Si è conclusa venerdì 13 maggio con una vittoria su Porto Recanati la grandissima stagione degli under 16 Tigers allenati dal duo Cotignoli – Antonelli.

Siamo in presenza di un gruppo di ragazzi che per qualità, passione, determinazione ed educazione è raro poter avere, in una società civile dove arrivati all’età di 13/14 anni i molteplici interessi extra scuola/sport la fanno da padrone, questi ragazzi si presentano in palestra con una energia e voglia che ci fanno tornare ai tempi in cui la tecnologia era limitatissima e non vedevi l’ora di tornare a casa da scuola e correre in palestra a praticare il tuo sport preferito perché c’era solo quello come alternativa al divano e all’ozio. Oggi che divani , telefoni ,computer e ozio ci invadono le giornate Ciandrini Riccardo, De rosa Andrea, Giamperoli Alex, Luzi Nicholas Karami Raham, Mariani Marco, Marini Matteo, Massanelli Mattia, Mattioli Matteo, Pierucci Alberto, Pierucci Gianluca, Romanella Daniele, Siracusa Tiziano, Sobolewski Rafal, dimostrano un serietà, una bravura ed un attaccamento alla squadra fantastico.

I Tigers sono ( vice ) campioni regionali al termine di un campionato che gli ha visti vincere la prima fase contro le squadre della provincia di Pesaro e Ancona superando realtà che come numeri di praticanti e popolazione sono nettamente superiori a Montecchio ma evidentemente i valori sopra elencati hanno fatto la differenza.

Nella fase finale il San Benedetto basket si è laureato campione regionale e a loro vanno i nostri complimenti.

Gli under 16 hanno espresso come sempre un bellissimo gioco e soprattutto di conoscere tecnicamente e tatticamente quello che fanno in campo affrontando gli avversari a viso aperto senza ricorrere a difese a zona che oltre ad essere anti-spettacolo non consentono una crescita completa al giocatore. Conoscere la zona si ma non certo per farne una ragione fondamentale del proprio gioco.

Si conclude quest’anno un percorso iniziato anni fa e terminato arrivando al top, ho messo infatti la parola vice tra parentesi perché questi ragazzi li considero campioni in campo ma soprattutto come persone voglio rimarcare ancora una volta la loro correttezza nei confronti degli altri giocatori e degli arbitri anche nei momenti più difficili da digerire cosa che purtroppo non è così scontata.

Grazie ragazzi per quello che fate in campo e per il rispetto che ci insegnate nel giocare a pallacanestro.

Orgogliosi di voi.